Scrivania di lavoro di Alberto Acquaro

Corrispondenza interessante


Firenze, 16 giugno 1998

Onorevole
Massimo D'Alema
Direzione PDS
v. delle Botteghe Oscure
00100 Roma

          Egregio Onorevole,

                             sono un iscritto al PDS ed avverto il dovere di segnalarle un episodio. Oltre due mesi fa, attraverso la mia Sezione di Ponte di Mezzo di Firenze, mi sono rivolto ad un consigliere comunale alla Sanitą del PDS (Sandro Domenichetti). Conoscitore, a cagione di mie passate ricerche, dell'ambiente accademico nel settore della ricerca sui tumori, espressi la mia profonda preoccupazione circa la posizione dell'Ulivo e, quindi, del PDS relativamente al noto "caso Di Bella". Tutta Italia aveva potuto constatare che il ministro Bindi aveva assunto come consiglieri personali accademici pił o meno legati a cliniche private. Tale circostanza e l'evidenza di tutto il contesto non potevano che portare ad una univoca interpretazione dei fatti.

Lascio alla sua sensibilitą la valutazione dello sconcerto che tale situazione ha provocato in me e nelle moltissime persone come me, che avevano appoggiato l'Ulivo non in forza di alcuna delle vecchie ideologie politiche, ma semplicemente in quanto persone perbene.

Al consigliere Domenichetti esternai la mia convinzione che il PDS stesse sottovalutando l'importanza del caso ed espressi la previsione che alle prossime elezioni "l'Ulivo ne sarebbe uscito con le ossa rotte", proprio per il motivo suddetto. Il mio accorato appello non ebbe alcuna risposta. Oggi, dopo i risultati conseguiti, particolarmente "sorprendenti" nelle zone geograficamente prossime alla cittą di Modena, vogliamo ancora sottovalutare la forte richiesta di onestą del popolo di sinistra?

Con grande stima e cordialitą
 
( Alberto Acquaro )
____________________________________________________________________________________






"DANTE 2000" - Scrivania di lavoro di Alberto Acquaro

Sito a cura di Filarete S.r.l.