Sistema sull' Opera completa

Scrivania di lavoro di Alberto Acquaro


Visita guidata del sistema

    pag. 11 di 11    
( Nel corpo del testo seguente, cliccando sulle scritte di questo colore si ottengono le FIGURE relative alla presente Visita ).


REGISTRAZIONI SONORE


Lo scopo primo del presente capitolo è quello di dotare il Sistema di "recitativi" e di "letture vocali" da accompagnare alla visione dei testi. La soluzione adottata mira a non imporre all'Utente scelte nostre e a saltare ogni difficoltà proposta dalla problematica relativa ai "diritti d'autore". Le funzioni del presente capitolo consentono all'Utente di registrare sonori, "ad uso personale" e con grande facilità, per poi goderne nell'ambito di "DANTE 2000" (si pensi, ad esempio, alle letture della Commedia da parte di Vittorio Sermonti o di Vittorio Gassman).

Perseguito lo scopo principale predetto. anche in considerazione del fatto che "DANTE 2000" può essere utilizzato come strumento di lavoro, abbiamo ritenuto opportuno introdurre uno "SCADENZIARIO in VOCALE", strumento che l' Utente troverà di rilevante utilità.

Per usufruire delle prestazioni predette, ovviamente, occorre che il proprio elaboratore sia dotato di SCHEDA SONORA (comunque necessaria per il Sistema) e di un MICROFONO (accertare che sia opportunamente fissato il volume di registrazione). Tali mezzi pongono l'Utente nella condizione di realizzare con facilità registrazioni, che saranno memorizzate nell'apposito "Archivio delle Fonti sonore" (vedi in alto, a sinistra, alla Figura 27).

Vedi Figura 27 - Pagina-video dedicata alle Registrazioni sonore.

L'Archivio delle Fonti sonore può ricevere dall'esterno Fonti (sempre Audio, ossia ".wav") registrate altrove e fornire all'esterno proprie Fonti, mediante i comandi "IMPORTA" / "ESPORTA".


Delle Fonti sonore in Archivio sono possibili DUE USI :
  • Il loro ascolto, al capitolo "ARCHIVIO OPERE e SCHEDE", durante la lettura delle Opere (in tal caso, si raccomanda di disattivare, nella prima pagina del Sistema, il comando "Messaggi SI/NO" ) ;
  • La loro definizione come "SCADENZE in VOCALE" e quindi il loro successivo "ascolto in automatico" nei momenti imposti dalle loro definizioni, di cui si dirà nel seguito.

SEMPLICE ASCOLTO DELLA FONTE SONORA

Ogni Fonte sonora registrata può essere ascoltata in questo capitolo e, nell'ambito del capitolo "ARCHIVIO OPERE e SCHEDE", in due pagine, quella ove sono visualizzati i "Documenti selezionati" e quella dedicata alla consultazione dei "Testi" ad essi legati. La pratica suggerirà all' Utente le soluzioni per il più comodo ascolto delle Fonti sonore. Qui, qualche consiglio, per situazioni ricorrenti, supponendo di disporre delle registrazioni sonore relative alla "lettura dei Canti della Commedia" e di quelle relative alle "traduzioni nella propria lingua" delle opere di Dante in "lingua latina":
  • Qualora la selezione comprenda "uno o più Canti della Commedia", nella stessa pagina, si attivino le opportuni Fonti sonore e si segua facendo scorrere opportunamente le terzine.
  • Nel caso di selezioni di gruppi di "terzine isolate" dal loro contesto, per il generico gruppo, conviene chiedere il "CONTESTO" di una sua terzina, per poi ascoltare e leggere il Canto nella nuova pagina.
  • Nel caso siano state selezionate "Schede-Indice" relative a Capitoli di opere di Dante in "latino", è possibile, per il generico Capitolo, chiederne il Testo (comando "TESTO"); nella conseguente pagina è poi possibile l'attivazione della Fonte sonora, con la traduzione nella propria lingua del testo latino in visione.

Rammentare sempre, nel caso si vogliano ascoltare le Fonti sonore, di disattivare con un Clic "Scadenze SI/NO", prima di lasciare la pagina principale ( vedi Figura 1 ).


FONTE SONORA GENERATRICE DI SCADENZE IN VOCALE

Relativamente al secondo possibile uso delle Fonti sonore in Archivio, elenchiamo, in questa sede, la natura delle "SCADENZE in VOCALE" che possono essere da esse generate, mentre rimandiamo, circa le modalità operative per la definizione delle Scadenze e per la conseguente trasmissione automatica di messaggi vovali, al comando "???" ( vedi Figura 27 ).

Per la generica SCADENZA, va decisa la cadenza temporale dei messaggi che il Sistema fornirà automaticamente, scegliendo, in alternativa, fra una delle 5 caratteristiche indicate :
  • DATATA [1] (*) - Il relativo messaggio sarà reso solamente ad una data fissata. Esempio : "13 dicembre 2001" ( caso classico di un appuntamento ).
  • ANNUALE [2] (*) - La scadenza indurrà messaggi una volta l'anno, in un giorno fissato. Esempio : "29 marzo" ( un compleanno? ).
  • MENSILE [3] (*) - Saranno prodotti messaggi ad un fissato giorno di ogni mese. Esempio : "12" ( il pagamento di una rata mensile? ).
  • SETTIMANALE [4] - La scadenza darà luogo a messaggi ad un prescelto giorno della settimana. Esempio : "mercoledì" ( si pensi al caso di una trasmissione televisiva oppure alla pulizia settimanale delle strade, ove questa avvenga, come in Firenze. ).

    (*) Per questa caratteristica è possibile fissare anche un certo numero di giorni di preavviso. In tal caso, il messaggio sarà dato nel richiesto numero di giorni precedenti e, infine, nel giorno fissato.

________________________  C O N G E D O  ______________________

La grande libertà operativa consentirà all' Utente di dare sfogo alla propria fantasia e di dar luogo ad un "proprio DANTE 2000", perfettamente godibile e certamente tagliato alle proprie esigenze. Dopo tanto lavoro da parte nostra, siamo lieti di porgere all'Utente un cordiale : "Buon lavoro !".
















Visita guidata pag.11


















Visita guidata pag.11


















Visita guidata pag.11


















Visita guidata pag.11


















Visita guidata pag.11


























    pag. 11 of 11    


"DANTE 2000" - Scrivania di lavoro di Alberto Acquaro [ Mappa ]

Sito a cura di Filarete S.r.l.