Scrivania di lavoro di Alberto Acquaro


Profilo psicologico  del  “berlusconiano”

Firenze, 1 agosto 2008

     Accertato che una moltitudine di persone in Italia costituiscono una tipologia interessante dal punto di vista antropologico   (vedi le lettere  “Si scusano per aver scritto ciò che pensano” del 10.7  e “Un fenomeno antropologico tipicamente italiano” del 21.7.2008),  cerchiamo di tracciare una sorta di profilo psicologico del  “berlusconiano.       È un individuo che :

>  Considera il prossimo come  mezzo  e mai come  fine,  familiari compresi.
>  Ammira le persone furbe,  ambisce ad appartenere a tale categoria  e  quasi sempre è vittima di persone un po’ più furbe di lui.
>  È sicuramente di  cultura modesta,  anche se dotato di titolo di studio;   se assiste a spettacoli culturali di qualche impegno non ne gode,  ma ci ritorna ogni tanto per curare la propria immagine,  mentre apprezza spettacoli tipo cabaret.
>  Ha  scarsa o nulla sensibilità per i problemi ambientali  appena fuori dai confini della propria abitazione.
>  Se abita in un condominio,  anche con la luce solare accecante,  chiamando l’ascensore,  si premura di accendere le luci delle scale.
>  Passando vicino a una campana per la raccolta differenziata,  non è disturbato nel vedere un vuoto di plastica per terra  e  non si sogna di raccoglierla.
>  La sua voglia di vivere si accende quando sente profumo di denaro  e  si esalta se riesce ad acquisirne con l’inganno.
>  Mente con estrema naturalezza,  anche senza uno scopo preciso.
>  Le sue capacità  non gli consentono di provare attaccamento al proprio Paese  e  si limita a tifare per la Nazionale italiana di calcio.
>  In campo sentimentale è incapace di amore  e  riesce a vivere solamente passioni di durata limitata.
>  Disprezza le persone indigenti  e  che sono attente al risparmio.
>  Sorride alle persone solamente se ha uno scopo pratico da conseguire.
>  Se assiste ad una funzione religiosa,  impiega tutto il tempo ad osservare i convenuti.
>  Considera ogni Magistrato come un potenziale nemico.
>  Nel momento stesso in cui si accinge a derubare qualcuno,  non manca mai di dire che sta operando per il suo bene.
>  Spesso è fiducioso di poter comprare la propria “salvezza” con qualche elemosina  o  contenuta donazione ad enti assistenziali.

     È da specificare che il termine  “berlusconiano”  è qui riferito a tutti coloro che concorrono ad affidare il proprio Paese a Silvio Berlusconi,  sia votandolo direttamente  che appoggiando Partiti a lui alleati.

Alberto Acquaro


____________________________________________________________________________________






"DANTE 2000" - Scrivania di lavoro di Alberto Acquaro

Sito a cura di Filarete S.r.l.