Scrivania di lavoro di Alberto Acquaro


Ai  politici  italiani

Firenze, 25 aprile 2007



     Reputo essenziale fornire la seguente notizia ai politici italiani  e,  in particolare,  a quanti in questo momento sono impegnati alla costituzione del Partito Democratico.

     Ormai da molti mesi si sta verificando un fenomeno anomalo relativo al sito Web  www.dante2000.it da noi gestito.   Mediante il software di servizio che rende conto della frequentazione del sito stesso,  è stata rilevata una forte crescita di interesse,  in termini di visite e di prelievi di scritti,  dagli ambienti USA,  crescita ultimamente divenuta esplosiva.   Negli ultimi mesi tale fenomeno è iniziato anche nei principali paesi europei,  con punte molto significative in  Svezia  e  in Francia.
Dallo studio delle statistiche di frequentazione si desume facilmente che il motivo d’interesse non è l’opera su Dante,  bensì il contenuto di una sorta di rubrica  (“Agli Italiani”)  gestita nell’ambito del sito,  nella quale si parla della  Rivoluzione del Pensiero  su scala planetaria,  in atto da qualche decennio,  rivoluzione della quale il mondo della ricerca sta,  con grande fatica,  per prendere coscienza.
È da dire che la significatività del fenomeno predetto è accresciuta dalla circostanza che gli scritti prelevati sono disponibili solamente in lingua italiana.

     È utile informare,  in due parole,  che la Rivoluzione in questione è stata indotta dalla disponibilità di un  nuovo punto di osservazione dei fenomeni,  che,  una volta metabolizzato,  fa compiere un decisivo salto di qualità alle nostre potenzialità di comprensione dell’evoluzione e,  conseguentemente,  di  previsione dei fenomeni sociali.

     Il forte interesse predetto e,  in particolare,  quello più rilevante degli USA  è da collegare ad una nuova corrente di pensiero,  ivi nata negli anni ‘90,  che sta rapidamente prendendo consistenza.   Essa,  alla quale si fa riferimento mediante la denominazione  “Intelligent Design”,  costituisce il primo passo  in direzione dell’assunzione di consapevolezza della Rivoluzione del Pensiero in atto.

     Al banco di prova,  il nuovo punto di osservazione fornisce,  del complesso apparentemente caotico dei fenomeni dei nostri tempi,  un quadro infinitamente più chiaro.   È come se,  vivendo in una foresta,  ci alzassimo mediante un elicottero,  acquisendone una visione panoramica,  atta a rivelarci la struttura della foresta e la vita che in essa evolve.

     Venendo a noi,  ecco il vero motivo di questo mio grande sforzo di comunicazione ai politici italiani.   Fra le tante cose che il nuovo punto di osservazione consente di vedere,  risulta con chiarezza il ruolo cruciale che l’Europa e,  in particolare,  l’Italia,  svolgeranno,  nel quadro mondiale,  in un prossimo futuro.   Molti fenomeni stanno concorrendo a portare in quella direzione.   Ebbene,  il progetto di costituzione del Partito Democratico è uno di questi,  forse fra i più importanti.

     Detto tutto questo,  comprenderete con quanta trepidazione abbia seguito i due Congressi appena conclusi.   Dopo opportuna riflessione,  sento il dovere di esprimere solamente poche delle mie sensazioni,  quelle essenziali.
Per il momento,  penso che sia stato fatto quanto era da fare,   non sono deluso,  anche se ho una  forte preoccupazione.   Tenterò di spiegarla in poche parole.
Tante intenzioni espresse,  tutte condivisibili,  ma fra i temi trattati,  ho notato che non è stato dato il giusto peso a quello che dovrebbe  dar forma al nuovo Partito,  perché il più importante,  quello che servirebbe da cemento all’interno del Partito stesso,  il più attuale,  quello che avrebbe massimo potere di attrazione sulle masse,  quello che darebbe alla formazione un’anima autenticamente progressista :   l’ ambiente,  inteso nel suo senso più ampio ;   fra l’altro,  per gli affezionati alla vecchia nomenclatura,  un tema tipicamente di centro-sinistra o di sinistra,  come si preferisce.
Dal tema dell’ambiente,  correttamente considerato,  in maniera compatibile con il progresso e non ossessiva,  possono discendere tutti i temi cari ai progressisti.   L’importanza di una tale impostazione sta nel fatto che essa sarebbe in perfetta sintonia con il portato della Rivoluzione del Pensiero,  il che garantirebbe un sicuro e grande futuro al nuovo Partito.

     Concludo,  dicendo che mi aspetto che alla base del  nostro  nuovo Partito ci siano,  fra le altre,  le seguenti regole  irrinunciabili :
a.  il ricorso a consultazioni  popolari  per la definizione del quadro dirigente,  il costo delle quali sia a carico degli elettori ;
b.  un  basso  (due?)  limite per il numero di partecipazioni di una stessa persona al quadro dirigente ;
c.  la  esplicita  esclusione della possibilità di conferimento di cariche onorifiche di qualsiasi tipo.


Alberto Acquaro


____________________________________________________________________________________






"DANTE 2000" - Scrivania di lavoro di Alberto Acquaro

Sito a cura di Filarete S.r.l.