Sistema sull' Opera completa

Scrivania di lavoro di Alberto Acquaro


Agli Studiosi da parte dell' Autore


Un Clic sulla Nota scelta,   su   I N D I E T R O   per la pagina precedente.














  Agli Studiosi










































  Agli Studiosi




































  Agli Studiosi







































  Agli Studiosi













































  Agli Studiosi












































  Agli Studiosi













































































  Agli Studiosi







































  Agli Studiosi



 

INDICE DELLE NOTE

Principio alla base della progettazione dell'opera

Ottimizzazione delle condizioni di progettazione

Potenzialità del Sistema come strumento di ricerca

Potenzialità del Sistema nell'attività didattica

Studio statistico sulla paternità de "Il Fiore"

Alcune precisazioni sul costo del Sistema

"DANTE 2000" come esempio di "work in progress"





















PRINCIPIO ALLA BASE DELLA PROGETTAZIONE DELL'OPERA


     Decenni di esperienza di progettazione di Sistemi Automatici ci hanno indotto a seguire una regola mai scritta, ma ineludibile :   del gruppo di lavoro per l'automazione di una certa area è bene che non facciano parte esperti di quell'area stessa.   Questo non significa che il loro contributo non sia necessario, ma impone che esso sia fornito mediante apporto esterno.
Tale principio, vitale per il Sistema in progettazione, evita che esso sia, nelle sue strutture portanti, viziato da radicati punti di vista personali, a discapito della futura buona accettazione da parte di una vasta e variegata platea di Utenti del Sistema stesso.
Nel caso specifico di "DANTE 2000", l'apporto di Dantisti è stato continuo e decisivo, ma nessuno di essi ha influito su scelte di natura squisitamente informatica.

______________________________________
[ Ritorno all' Indice ]

















OTTIMIZZAZIONE DELLE CONDIZIONI DI PROGETTAZIONE


     Lo scrivente,  allo scopo di rilevare sul campo le vere esigenze degli studiosi di Dante e di rendere più fruttuosi i seguenti anni di lavoro (sono ormai oltre venti)   per la continua crescita di "DANTE 2000",  ha ritenuto opportuno seguire due corsi accademici di Filologia dantesca ; due, allo scopo di cogliere differenti realtà sperimentali.   Tale scelta si è, nel seguito, rivelata essenziale, in quanto ha consentito di aver sempre presenti esigenze, che neanche i diretti interessati avrebbero, forse,  saputo indicare con esattezza.
Dobbiamo, d'altra parte, osservare che tale procedere, pur non usuale, rientra nella dovuta professionalità di un Progettista di Sistemi applicativi.

______________________________________
[ Ritorno all' Indice ]




















POTENZIALITA' DEL SISTEMA COME STRUMENTO DI RICERCA


     Una misura realistica di quanto "DANTE 2000" possa aiutare nell'attività di ricerca si può avere solamente dopo una certa pratica d'uso del Sistema.
Lo scrivente stesso,  pur avendone progettato tutte le funzioni,  è rimasto piacevolmente sorpreso dall'efficacia delle sue risposte, quando,  nel lavoro di attenta compilazione degli innumerevoli rimandi a passi delle Opere, ha constatato che la rilevazione di errori e la relativa correzione, grazie al Sistema stesso potevano essere risolti in pochi minuti.   In situazioni analoghe,  disponendo di un ambiente tradizionale,  ammesso che il ricercatore si accorga dell'errore, occorrono in genere ore ed ore per risolvere il problema,  ammettendo anche che egli abbia a sua disposizione tutti i testi necessari.   Si tratta di una esperienza non comune, che regala una sensazione di vera ebbrezza.

______________________________________
[ Ritorno all' Indice ]

























POTENZIALITA' DEL SISTEMA NELL'ATTIVITA' DIDATTICA


     Una delle più utili indicazioni tratte dalla frequenza dei corsi di Filologia dantesca è la seguente.   La bravissima docente di uno dei due corsi giungeva in aula con una grande borsa, colma di libri, per ognuno dei quali diverse strisce di carta segnavano i riferimenti di cui parlare.   Puntualmente, ad ogni lezione, le capitava di accorgersi di aver dimenticato qualche testo.   Immaginavo quale impegnativo lavoro doveva aver comportato la preparazione della lezione.   Erano anche queste le cose che dovevo osservare.
Come non pensare con piacere all'aiuto determinante che le avrebbe dato "DANTE 2000" nella fase di preparazione e alla docente che entra in aula con alcuni fogli nella borsetta e la tranquillità di non aver dimenticato qualcosa?

______________________________________
[ Ritorno all' Indice ]

























STUDIO STATISTICO SULLA PATERNITA'  DE "IL FIORE"


     La lunga esperienza di lavoro e di ricerca nell'ambito della Statistica,  lasciavano intuire che vi erano le condizioni per tentare di risolvere il problema relativo alla paternità de "Il Fiore" mediante un approccio di tipo statistico.
Le ottime condizioni sperimentali   (una enorme quantità di opere di coevi a Dante)   e un po' di fortuna,  come capita spesso nella ricerca, hanno consentito di mettere a punto un test statistico  (battezzato PATERTEST),  concepito su basi completamente innovative,  che,  non ha solamente risolto il problema per cui era stato pensato.   Esso ha anche ha aperto una inimmaginabile strada per una serie di innumerevoli nuove ricerche,  dimostrando una applicabilità ad ipotesi di lavoro che vanno oltre il particolare problema dell'accertamento della paternità di un testo, ipotesi di lavoro delle quali discorreremo piacevolmente,  una volta fatta conoscenza.

______________________________________
[ Ritorno all' Indice ]



















































ALCUNE PRECISAZIONI SUL COSTO DEL SISTEMA


     Occorre premettere che l'unico scopo dello scrivente è la  corretta crescita e la diffusione  di "DANTE 2000";   non farete fatica a credere che,  se si fosse dato spazio all'idea della sua commercializzazione, sarebbero bastati tre-quattro anni finalizzati a questa e si sarebbero ottenuti risultati eccellenti.
L'impostazione è stata del tutto diversa,   sono state declinate offerte editoriali,  alcune di interesse imbarazzante,  pur di non snaturare l'opera.   D'altro canto,  mirando alla sua diffusione e visto anche il tema,  era inevitabile pensare a Edizioni in diverse lingue di "DANTE 2000".   Oggi si rilasciano le Edizioni del Sistema in lingua inglese e in lingua spagnola;   sono in preparazione le Edizioni tedesca e francese. Il sogno nel cassetto è quello di avere sue Edizioni nelle lingue di tutti i Paesi dell'Unione Europea.   Ebbene,  i traduttori professionisti costano e lo scrivente non è sicuramente un magnate.   Al Sistema andava imposto un prezzo, certamente non indicativo del suo valore, ma sufficiente (si spera) a coprire questi costi.   Per l'avvenire, siamo fiduciosi che "DANTE 2000" saprà meritare degli "sponsor" che non lo costringano a cambiar natura.

______________________________________
[ Ritorno all' Indice ]




















"DANTE 2000" COME ESEMPIO DI "WORK IN PROGRESS"


     Basta avere un minimo di familiarità con la sua Opera completa per dare per scontato che con Dante la parola "fine" va dimenticata.   Per sua natura,  il Sistema è in crescita e continuerà sempre ad esserlo, facendo tesoro,  fra l'altro,  delle plausibili osservazioni degli Utenti.
A tal proposito,  "DANTE 2000",  rilasciato oggi nella Versione 4.0, comporterà Aggiornamenti,  presumibilmente resi disponibili annualmente.

______________________________________
[ Ritorno all' Indice ]

















"DANTE 2000" - Scrivania di lavoro di Alberto Acquaro [ Mappa ]

Sito a cura di Filarete S.r.l.