Scrivania di lavoro di Alberto Acquaro


La "messa a fuoco" è soggettiva

Firenze, 24 febbraio 2006



     È sorprendente come certi episodi,  a prima vista poco significativi,  dopo opportuna riflessione,    si rivelino densi di contenuto informativo, tanto da creare efficaci immagini,   emblematiche di certe situazioni,   difficilmente descrivibili a parole.

     Alcuni giorni fa,  mentre ascoltavo il telegiornale,  riflettendo sulla situazione politica italiana e i suoi tanti problemi,  a un certo punto ho udito lo speaker che riferiva di una intervista resa dall’ on. D’Alema,  il quale si diceva  disponibile a rinunziare alla conduzione del Partito per assumere una carica istituzionale.     Ho provato la stessa sensazione di sorpresa che proverebbero degli spettatori tutti presi dalla recitazione del monologo di Amleto,  nell’udire la suoneria di un cellulare che,  all’improvviso,  diffonde nella sala l’aria de "La donna è mobile".

     Evidentemente,  nell’osservare la realtà,  ognuno di noi mette a fuoco l’aspetto che lo interessa e finisce per vedere solamente quel particolare.   Sono contento per i tanti Italiani che erano in trepida attesa di notizie in proposito.

Alberto Acquaro


____________________________________________________________________________________






"DANTE 2000" - Scrivania di lavoro di Alberto Acquaro

Sito a cura di Filarete S.r.l.