Scrivania di lavoro di Alberto Acquaro


Concretezza alle ipotesi di programma del PD

Firenze, 1 settembre 2007



     Il momento di gestazione del Partito Democratico  e  i recenti drammatici fatti di cronaca (criminalità italiana in Germania  e  incendi dolosi programmati)  suggeriscono una attenta riflessione,  che possa condurre alla formulazione di  concrete ipotesi di programma  per un partito politico che ambisce al governo del Paese.

     Occorre una premessa cruda che,  essendo siciliano,  mi costa molto fare:   il meridione d’Italia presenta un evidente difetto di civiltà,  che ha avuto origine proprio nella mia terra.   Precise ragioni storiche non hanno consentito alle popolazioni di maturare un comune senso dello Stato ed hanno fatto trasferire alla  “famiglia”  tutte quelle aspettative che un paese civile moderno ripone,  appunto,  nello Stato.   Questo modello innaturale di società,  in una popolazione dotata di una non comune creatività,  ha portato alla nascita  e  al radicamento della  mafia,  modello alternativo di governo della società,  che ha riscosso un notevole "successo",   tanto da essere esportato un po’ in tutto il mondo.   Oggi la mafia ha perduto anche quell’ambiguo aspetto romantico che aveva all’origine in Sicilia  e  non è altro che una  bestiale criminalità organizzata,  che non ha il minimo rispetto neanche per la propria terra.

     Solamente se si ha piena consapevolezza di avere a che fare con un  difetto di civiltà  e  non con una comune disfunzione sociale si può avere speranza di affrancare l’Italia da questa palla al piede che ne blocca lo sviluppo e che può portare a soluzioni tragiche.   Da tale premessa consegue la necessità di combattere tale piaga  contemporaneamente su quattro fronti :
1.   Intensificazione del contrasto, sul territorio interessato, delle tradizionali attività mafiose.
2.   Incentivazione dell’economia locale e protezione attiva degli imprenditori e dei politici esposti.
3.  Creazione di un gruppo permanente a livello europeo  che individui  e  segua  i capitali della criminalità organizzata;   tale attività deve far riferimento ad una  adeguata legislazione UE,  che preveda la confisca di tali capitali.
4.   Introduzione nei  programmi scolastici nazionali,  per studenti a partire dalla  preadolescenza,  di uno  specifico insegnamento  mirato al radicamento del  senso dello Stato.

     A grandi linee,  questo dovrebbe costituire una  concreta ipotesi di programma  per il Partito Democratico,  impegno a lungo termine,  unificante,  che ben si concilia con la sua vocazione ambientalista  e  che incontrerebbe il favore dei cittadini.   Inoltre,  il recente massacro di Duisburg è servito far convergere la dovuta attenzione al problema,  che ha ormai dimensioni almeno europee,  il che potrebbe dare il via al necessario, serio e permanente coinvolgimento della UE.
Un impegno non adeguato su uno solo dei quattro fronti vanificherebbe l’intera operazione.

     In risposta all’ urgenza  e  alla  gravità  del problema,  il sottoscritto,  futuro aderente al PD,  ha deciso di portare il suo modesto ma appassionato contributo all’immane comune sforzo,  accompagnato da una certa dose di inventiva,  che possa avviare a soluzione il problema stesso.   A tal fine il suo prossimo impegno sarà la produzione di un  primo scritto,  corredato di un opportuno software,  dedicato alla preadolescenza  (10/11 – 14/15 anni).   È ovvio che tale sforzo,  che sarà certo non indifferente,  dovrà essere supportato da una convinta azione politica.

Alberto Acquaro


____________________________________________________________________________________






"DANTE 2000" - Scrivania di lavoro di Alberto Acquaro

Sito a cura di Filarete S.r.l.